Il galateo nel corteo di Nozze

Sai che il galateo prevede diversi tipi di corteo di Nozze?

Ebbene il corteo di Nozze può svolgersi in tre modi differenti:

  1. il modo tradizionale

  2. il modo classico

  3. il modo solenne

1. Secondo il galateo il corteo tradizionale stabilisce che i primi ad arrivare in chiesa, almeno con mezz'ora d’anticipo, siano lo sposo, accompagnato dai genitori, e la madre della sposa.

Arrivando anticipatamente in chiesa lo sposo, i suoi genitori e la madre della sposa, hanno modo di accogliere amici e parenti, salutarli, ed indicare loro, gentilmente, i posti in cui accomodarsi.

Quindi inviteranno la famiglia della sposa ad accomodarsi nella parte sinistra della navata della chiesa e la famiglia dello sposo nella parte destra.

Ricorda che:

  • la prima fila dal lato di entrambi gli sposi è riservata ai genitori e ai loro fratelli

  • la seconda fila ai paggetti, ai nonni e agli zii e

  • a scalare siedono i parenti più vicini e il resto degli ospiti.

Il galateo concede alla sposa di arrivare in chiesa con 10 minuti di ritardo rispetto all'ora stabilita per la cerimonia nuziale.

La sposa nel corteo tradizionale è accompagnata dal padre che le porge il braccio sinistro e insieme lentamente avanzano verso l'altare.

Arrivati all'altare il padre saluta sua figlia sollevandole il velo e baciandola sulla fronte, è consentito anche il bacio sulla guancia.

2. Il Corteo classico stabilisce che lo sposo entra in chiesa quindici minuti prima della cerimonia accompagnato dalla madre, offrendole il braccio destro, seguito dai testimoni e da tutti gli invitati, i quali si dispongono ai loro posti, prima dell’arrivo della sposa.

La sposa entra in chiesa accompagnata dal padre, (se non fosse possibile lo sostituisce il parente uomo più prossimo) preceduta dai paggetti e seguita dalle damigelle di ogni età, sia bambine che adulte, incluso la damigella d’onore, che ha il compito di occuparsi dello strascico e del velo della sposa.

Il galateo vuole che le damigelle seguano la sposa ma è comunque consentito l’ordine inverso.

Sei a conoscenza del fatto che secondo il rito cattolico, è prevista l’entrata in chiesa degli sposi mano nella mano?

Lo sposo attende la sposa all'ingresso della chiesa, le consegna il bouquet ed insieme percorrono la navata mano nella mano.

Volendo nel corteo può essere presente il sacerdote che precede gli sposi come a sottolineare la sua figura di guida anche se solitamente egli preferisce attendere pazientemente l'arrivo degli sposi all’altare, invece che far parte del corteo.

Solitamente consiglio di prendere in considerazione questo tipo di corteo di Nozze, che vede protagonisti gli sposi preceduti dal sacerdote celebrante, qualora uno di essi o entrambi risultino essere orfani di uno o più genitori.

Lo consiglio generalmente per evitare che la malinconia per la mancanza dei genitori in un momento così importante, prenda il sopravvento rispetto alla felicità.

Questo tipo di corteo è ideale anche per riti diversi da quello cattolico, ad esempio lo consiglio per i matrimoni civili e le unioni civili soprattutto quando sono officiati dal delegato esterno, vale a dire quando un caro amico oppure un parente riceve delega dal sindaco di poter officiare il matrimonio.

Più comune è invece la formula del più classico corteo di Nozze maggiormente in uso in Italia, questa formula del corteo classico prevede che lo sposo, i testimoni e il sacerdote attendano la sposa davanti all’altare.

3. Molto raro invece è il corteo solenne usato nelle cerimonie più formali, solitamente in matrimoni nobili o reali.

Il corteo solenne prevede che lo sposo attenda l'arrivo della futura moglie all'esterno della chiesa insieme ai parenti più stretti di entrambe le famiglie.

Dopo aver aiutato la sposa a scendere dalla macchina lo sposo le fa il bacia mano e le consegna il bouquet.

Aprono il corteo nell'ordine:

  • i paggetti

  • la sposa al braccio sinistro del padre, (se il padre è in uniforme l’ordine è invertito cioè la sposa si posiziona a destra del padre, perché porta il fioretto a sinistra)

  • la seguono le damigelle d’onore

  • lo sposo con sua madre

  • la madre della sposa con il padre dello sposo

  • i testimoni in coppia

  • i fratelli degli sposi

  • i parenti più vicini

  • gli amici della coppia.

Giunti davanti agli inginocchiatoi il padre affida la figlia allo sposo, i testimoni prendono posto, ai lati della coppia e i familiari si dispongono nei banchi ai loro posti.

I paggetti devono restare in piedi durante la cerimonia ma se si tratta di bimbi piccoli è preferibile farli accomodare, le damigelle invece restano dritte, composte dietro ma disposti lateralmente, agli sposi, stessa cosa vale per i cavalieri d’onore, se sono presenti.

Sia in Inghilterra che in America nelle cerimonie nuziali con rito cattolico sono presenti sempre, come regola, le damigelle e la scorta d’onore dello sposo.

Cos'è precisamente la scorta d'onore dello sposo?

La scorta d'onore dello sposo è formata dai cavalieri d’onore i quali generalmente sono fratelli, cugini oppure amici carissimi della coppia.

Quando sono presenti scorta d'onore e damigelle è buona norma che il sacerdote, lo sposo ed il testimone dello sposo, attendano sull’altare, mentre ha luogo il corteo composto nell'ordine da:

  • i cavalieri d’onore, disposti in coppie tra loro

  • dalle damigelle che procedono in fila una dietro l’altra

  • dalla testimone della sposa

  • dal paggetto degli anelli

  • dalla damigella dei fiori ed infine

  • dalla sposa accompagnata da suo padre.

Ma come mai nei cortei di Nozze italiani si vedono raramente i cavalieri d’onore?

Il motivo di ciò è dato dal fatto che in genere s'ignora del tutto il ruolo riservato ai cavalieri d'onore, c'è molta confusione sulla loro figura, addirittura in molti credono che i cavalieri d'onore abbiano un ruolo puramente scenografico nella cerimonia di Nozze come da belle statuine, in realtà ricoprono tutt'altro ruolo.

#Nozze #matrimonio #wedding #corteodinozze #corteosolenne #corteoclassico #corteotradizionale #galateo #paggetti #damigelle #cavalieridonore #corteodingresso #corteodiuscita #organizzazione #proggettazione #pianificazione #supervisione

IL NUOVO LIBRO DI MARIA SQUEO

Se vuoi gestire in modo impeccabile, sereno e sicuro tutta la FASE BUROCRATICA E ORGANIZZATIVA delle tue Nozze e sfruttare in modo semplice e veloce tutti i segreti che molti fornitori Wedding utilizzano solo a tuo svantaggio, allora questo libro fa per te!

POST RECENTI
CERCA PER TAG
Non ci sono ancora tag.