Le pratiche per gestire il Rito del Matrimonio Religioso

Quando organizzate il vostro matrimonio Iniziate con il prestare molta attenzione ai documenti da richiedere per potervi sposare con rito religioso.

Per cui vi dico subito che i documenti che vi serviranno sono:

1. L'ATTESTATO DI FREQUENZA AL CORSO PREMATRIMONIALE: si tratta di un documento che attesta la vostra effettiva partecipazione al corso preparatorio al matrimonio, al quale voi futuri sposi parteciperete e che solitamente dovrete seguire presso una delle parrocchie da cui provenite oppure in una terza a vostra scelta, in ogni caso la durata di tale corso risulta essere solitamente non inferiore a 2-3 mesi e l'attestato vi verrà rilasciato dopo aver completato il corso.

2. IL CERTIFICATO DI BATTESIMO DI OGNUNO DI VOI FUTURI SPOSI AD USO MATRIMONIO: dovete richiedere tale certificato alla parrocchia in cui è avvenuto il vostro battesimo. Tale documento deve riportare soltanto il nome e il cognome, il luogo e la data di nascita di ognuno di voi futuri sposi e l’indicazione del luogo e della data del battesimo.

3. IL CERTIFICATO DI CRESIMA: dovete richiedere tale certificato al alla parrocchia in cui è avvenuto il battesimo perché solitamente la Cresima è annotata nel certificato di battesimo. Nel caso così non fosse allora dovete richiedere il certificato di Cresima nella parrocchia in cui è stato ricevuto il sacramento.

4. IL CERTIFICATO DI MORTE DEL CONIUGE PER LE PERSONE VEDOVE o la copia integrale dell'atto di morte del coniuge: da richiedere nel comune di residenza del defunto oppure nel caso in cui la persona sia deceduta in un luogo diverso da quello di residenza, presso il comune ove è avvenuto il decesso e per ottenere tale documento occorre l'autorizzazione del Procuratore della Repubblica del Comune in cui si richiede.

5. LA PROVA DI STATO LIBERO ECCLESIASTICO DELLA PERSONA: è un certificato necessario nel caso in cui uno di voi, futuri sposi, dopo aver compiuto il sedicesimo anno di età, sia stato residente, (e non domiciliato) per più di un anno, in diocesi diversa da quella attuale, dunque preciso, residente in altro comune diverso da quello di nascita e dopo il 16° anno di età. Il certificato viene redatto dal parroco che istruisce la pratica.

Nel caso in cui uno di voi, futuri sposi, ha più volte cambiato il domicilio e, per questo motivo, risulta difficile ottenere il certificato di stato libero ecclesiastico, sarà possibile fare un giuramento suppletorio, in sostituzione di questo documento.

Oppure si può produrre la prova testimoniale di stato libero, per questa prova testimoniale sono necessari due testimoni per ogni nubendo, che lo conoscano da lungo tempo quali ad es. genitori o fratelli, e che attestino che non ha mai contratto matrimonio.

Una volta ottenuti questi certificati che vi ho appena elencato, avrete cura di portarli al parroco che vi sposerà il quale vi interrogherà separatamente per il consenso.

#matrimonioreligioso #matrimoniocanonico #gestionedocumenti #pratiche #ritoreligioso #comeorganizzareunmatrimonioperfetto

IL NUOVO LIBRO DI MARIA SQUEO

Se vuoi gestire in modo impeccabile, sereno e sicuro tutta la FASE BUROCRATICA E ORGANIZZATIVA delle tue Nozze e sfruttare in modo semplice e veloce tutti i segreti che molti fornitori Wedding utilizzano solo a tuo svantaggio, allora questo libro fa per te!

POST RECENTI
CERCA PER TAG
Non ci sono ancora tag.